“Sessista e retrograda”, bufera su pubblicità Pandora

“Un ferro da stiro, un pigiama, un grembiule, un bracciale Pandora. Secondo te cosa la farebbe felice?”

E’ quanto recita l’ultima campagna pubblicitaria natalizia del noto marchio di gioielli Pandora, finita al centro delle polemiche perché ritenuta “retrograda” e “sessista”.
Via social, la dura critica del movimento femminista ‘Non una di meno’: “Di pubblicità sessiste purtroppo ne vediamo a bizzeffe – scrivono su Facebook – ma stavolta Pandora si è superata mettendo insieme diversi stereotipi che questa società maschilista e patriarcale attribuisce alle donne. Ci sono il ferro da stiro, il pigiama e il grembiule; oggetti destinati ad una schiava del lavoro domestico che deve passare il suo tempo libero tra le mura di casa! Per quanto riguarda il bracciale poi, che se volessimo realmente saremmo in grado di comprarcelo da sole, tenetelo pure e fateci un vero regalo.. il rispetto”.

Le critiche sono state così forti che l’azienda danese si è difesa con una nota sulla sua pagina Facebook

Hanno spiegato agli utenti che l’intenzione era proprio l’opposto e ha chiarito “La nostra intenzione era quella di strizzare l’occhio ad alcuni stereotipi che tutte noi conosciamo in maniera ironica e giocosa, assolutamente non offensiva, con il desiderio di regalarvi un sorriso.”
Ciò non ha comunque placato gli animi e c’è chi è già pronto a boicottare i famosi gioielli…cosa ne pensate?
Screenshot 2017-12-04 16.03.43
Screenshot 2017-12-04 16.04.09